Arias
Duos...
Óperas
Cantatas
Compositoras
Switch to English

Sire io ti deggio

Compositor: Donizetti Gaetano

Ópera: La Favorita

Papel: Balthazar (Baixo)

Papel: Inès (Soprano)

Papel: Fernand (Tenor)

Desculpe, mas ainda não temos partituras separadas para esta parte, mas você pode baixar a partitura completa desta ópera e encontrar manualmente o que está procurando.

Partituras

"La Favorita" PDF 9Mb "La Favorita" PDF 16Mb "La Favorita" PDF 20Mb "La Favorita" PDF 20Mb "La Favorita" PDF 23Mb "La Favorita" PDF 25Mb

SCENA DODICESIMA
Alfonso che dà la mano a Leonora e detti.

FERNANDO
andandogli incontro
Sire, io ti deggio
mia fortuna, mia vita,
di conte il nome, ogni splendor novello,
dovizie, dignità, beni supremi
che l'uom desia: ma tu volesti, oh Dio!
darli al prezzo crudel dell'onor mio!

ALFONSO
Oh ciel! di quell'alma
il puro candor,
perduto ha la calma,
si cangia in furor.

L'oltraggio che scende
sul capo d'un re,
immobil mi rende,
tremante mi fe'!

FERNANDO
Un giuro, dell'alma
m'ha spento il candor,
più rendermi in calma
non puote l'onor;

le pene che intende
rivolger su me,
ricadan tremende
sul capo del re.

LEONORA
Se il ver, di quell'alma
turbava il candor,
perché nella calma
serrommi al suo cor?

Ah! l'ire che intende
rivolger sul re,
crudeli, tremende
ricadan su me.

BALDASSARRE
Un giuro, a quell'alma
già spense il candor,
a renderla in calma
deh! torni l'onor.

L'oltraggio che scende
sul capo del re
immobil lo rende,
tremante lo fe'!

GASPARO e CORO
Oh ciel! di quell'alma
il puro candor,
perduto ha la calma
si cangia in furor.

L'oltraggio che scende
sul capo del re
immobil lo rende,
tremante mi fe'!