Arias
Duos...
Óperas
Cantatas
Compositoras
Switch to English

Dueto: Di tai piacer per te novelli

Compositor: Verdi Giuseppe

Ópera: Les vêpres siciliennes

Papel: Arrigo (Tenor)

Desculpe, mas ainda não temos partituras separadas para esta parte, mas você pode baixar a partitura completa desta ópera e encontrar manualmente o que está procurando.

Partituras para orquestra

"Les vêpres siciliennes" PDF 9Mb "Les vêpres siciliennes" PDF 11Mb "Les vêpres siciliennes" PDF 12Mb "Les vêpres siciliennes" PDF 15Mb "Les vêpres siciliennes" PDF 22Mb "Les vêpres siciliennes" PDF 69Mb
Monforte, Arrigo, poi tutti

MONFORTE
ad Arrigo
di tal piacer per te novelli, pago
Sei tu?

ARRIGO
a mezza voce
Per te fatale aura qui spira,
Va!

MONFORTE
Che temer degg'io
Nelle mie stanze?

ARRIGO
Io dir nol posso!...
eppure!...
Ancor ti prego! vanne!
Pavento pe' tuoi giorni!

MONFORTE
con gioia
E a mia salvezza or vegli e per me tremi?
Ah s'apre alfin quell'anirna
Al mio paterno affetto!
Gli errori tuoi dimentico,
Vien che ti stringa al petto!

ARRIGO
T'arretra!

MONFORTE
freddamente
Io resto allor!

ARRIGO
con calore
 Incauto! e tu cadrai
Segno a vendetta lor!

MONFORTE
Non l'oseran giammai!

ARRIGO
portando la mano al.petto
Su questo segno... miralo!...
Io pur giurava...

MONFORTE
Invano!
Segno del disonor!
gli strappa il nastro
Io te lo strappo, insano!
Gesto di sdegno d'Arrigo
Fremi? - dei tradimenti
Tutto l'orror tu senti;
Il veggo! il franco sangue
Nel sen ti ferve ancor!

ARRIGO
con calore
No, no, non è colpevole
Chi serve al patrio onor!
Ma tu, deh! m'odi; involati;
Ai voti miei deh! cedi;
Vanne!

MONFORTE
Sperarlo è inutile!

ARRIGO
scorgendo parecchi gruppi di Siciliani che vanno avvicinandosi
Già a te s'appressan... vedi!
Già ti circondan... eccoli!
Brillan gli acciar su te!

PROCIDA
ed i suoi circondano Monforte ed a voce bassa
Feriamo, questo l'ultimo
Dì pei Francesi egli è.
A noi, a noi, Sicilia!...

ARRIGO
Fermate!

MONFORTE
Francia, a me!

Elena, che ha preceduto Procida, si è nel tumulto lanciata la prima per ferir Monforte. Arrigo si getta innanzi a lui, facendogli scudo nel suo petto. A tal vista Elena s'arresta e con spavento lascia cadere il pugnale. I Francesi sono accorsi alla voce del proprio capo traendo le spade e facendogli corona.

MONFORTE
a Bethune e Vaudemont
Tra ceppi, olà, si adduca ognun che fregio
Orna simil.
Mostrando il nastro di Procida
La morte a lor! Costui
additando Arrigo
Sia salvo! io pregio in lui
Lealtà di nemico!

PROCIDA
a parte
(Oh tradimento!)

MONFORTE
Ei protesse i miei dì! svelò le trame
che varranno ai felloni il ceppo infame!